— Ristorante Agli Amici 1887
Via Liguria 252
Udine (UD)
Agli Amici
a pranzo e cena
tutte eccetto Diners
Turno di chiusura: domenica sera, lunedì, martedì a pranzo
Ferie: una settimana a fine febbraio, tre settimane tra luglio e agosto, una settimana a novembre
Gli Scarello a Godia sono certamente un’istituzione, questo però non impedisce loro di essere sempre attuali e all’avanguardia. Emanuele con la sua cucina, moderna e piena di gusto, tecnicamente attualissima ma soprattutto da godere, Michela padrona di casa perfetta con la sua alta professionalità. Tre i menu a disposizione…

Il Friuli-Venezia Giulia presenta ogni genere di paesaggio, dal mare all’alta montagna, e con essi ogni sorta di bontà gastronomica. Tra i vertici della ristorazione friulana c’è un locale che vanta senza dubbio la storia più lunga, quella di una famiglia sulla breccia dell’accoglienza da ormai ben più di un secolo con i suoi 130 anni. Gli Scarello a Godia sono certamente un’istituzione, questo però non impedisce loro di essere sempre attuali e all’avanguardia. Emanuele con la sua cucina, moderna e piena di gusto, tecnicamente attualissima ma soprattutto da godere, Michela padrona di casa perfetta con la sua alta professionalità.
Tre i menu a disposizione, tra i 100 e i 140 euro (lo stesso si spende alla carta) con piatti uno più buono dell’altro, a partire dallo scampo servito con un consommé allo zenzero, la sua coda in ‘panatura’ di mais e verdure fermentate, la pralina degli ‘umori’ al cipollotto e limone e le parature all’olio del carapace. Notevole il risotto con le mandorle armelline, pesto di capperi e limone, servito con il filetto di centrolofo viola con emulsione alla salicornia e foglie di papavero. Buonissimo l’agnello, la cui coscia scottata e la spalla cotta in pressa con salse di aglio orsino, bordolese e vellutata, inoltre lo ‘strucolo’ di patate con ragù delle interiora al tartufo nero ed erbe di mare… ma non basta, perché vi verrà servito anche il pancake con il pâté del fegato, sarda affumicata e panna cotta al bergamotto e per terminare in bellezza il pâté in crosta all’uvetta sultanina, lardo, grappa e pistacchi. Ottimi dolci e carta dei vini veramente grande.