Home » Umago – Umag | Badi Badi

Umago – Umag | Badi

Badi

Badi

  Umaska, 12 – Frazione San Lorenzo, Umago/Umag (Istria/Croazia)
 00385(0)52756293, 00385989035535  www.restaurant-badi.com |  info@restaurant-badi.com 
 Aperto: sempre – Turno di chiusura: lunedì; mai in estate – Ferie: due settimane in gennaio e due in novembre
 Carte di credito: Visa, Master, Maestro, ViPay   

Tradizione e materia prima di qualità sono dunque le carte vincenti di questo ristorante elegante… 

San Lorenzo, uno dei piccoli borghi di pescatori che dipingono la pittoresca costa istriana da Capodistria a Pola e che troverete quasi adagiato sul mare, a metà strada tra Umago e Cittanova. Badi è stato aperto dalla famiglia Badurina trent’anni or sono e, fin dall’ora, raccoglie stima e popolarità crescenti. Merito di una cucina che affonda le proprie radici nella più pura tradizione istriana e che sa come scegliere e trattare i migliori prodotti del territorio a partire dal pesce fino alla ricca offerta dei tartufi passando per i primaverili asparagi selvatici ai quali, ogni anno, viene dedicato un apposito menu (sogliole, tartufi e asparagi su tutti). Tradizione e materia prima di qualità sono dunque le carte vincenti di questo ristorante elegante nella struttura e negli arredi, dotato di una storica veranda e di una calda sala-caminetto. Il leggendario branzino in crosta di pane è legato, come tanti altri piatti, al “vecchio” patriarca Nado Badurina che con entusiasmo e passione ha fatto conoscere la sua creatura anche oltre confine. Anche se ora ha passato il timone al figlio Ivan è sempre presente con i suoi saggi consigli. Il catalogo è lungo e generoso: si va dal gran vassoio di conchiglie crude e scampi del Quarnaro alla pasta condita con tartufo secondo stagione, dalla succulenta buzera Badi alle leccornie cotte sotto la campana. Il giovane cuoco ora ai fornelli ha portato il vento dell’innovazione con piatti creativi e moderni come il carpaccio di sarago con menta, la tartara di pesci nobili e il pastoso baccalà al cucchiaio con polenta croccante al nero di seppia. Al dessert i caprini di Pago o dolci suadenti come il gelato di vaniglia e salvia. Accanto alle migliori etichette di Malvasia anche buoni vini italiani. Mediamente 50 euro.