Home » Isola Rizza | Perbellini Perbellini

Isola Rizza | Perbellini

Perbellini

Perbellini

 Via Muselle, 130 37050 Isola Rizza (VR)
 0457135352  www.ristoranteperbellini.it |  ristorante@perbellini.com
 Aperto: sempre – Turno di chiusura: domenica sera, lunedì, martedì – Ferie: 10 giorni a gennaio, tre settimane ad agosto
 Carte di credito: tutte  

Poi si entra felicemente nel regno di Baldissarutti per 11 anni aiutante maggiore di Giancarlo Perbellini ma che ora sa comandare la sua brigata con sicurezza e senso strategico…

Paola Secchi, la grande rifondatrice; Francesco Baldissarutti, governatore dei fornelli; Fabrizio Franzoi, signore discreto della sala e della cantina: sono i tre personaggi che, con un solido progetto in testa e grande capacità operativa, hanno ridato l’antico splendore allo storico locale che la nota saga familiare aveva messo in serio pericolo. Un’oasi di naturale freschezza, di grande eleganza, un arredamento di classe pura e una squisita ospitalità innata che rasserenano lo spirito nel mezzo dei capannoni della bassa veronese. L’accoglienza e il governo della sala sono affidate alla grazia consueta di Paola Secchi e alla sagace discrezione di Fabrizio Franzoi. Poi si entra felicemente nel regno di Baldissarutti, per 11 anni aiutante maggiore di Giancarlo Perbellini ma che ora sa comandare la sua brigata con sicurezza e senso strategico. Tutto confermato dall’interpretazione magistrale della triglia e del gransoporo su gratin di pane alle olive verdi e peperoni o dall’insolita tartara di tonno rosso, avocado e pomodoro in brodo di cipolla bruciata. Continuando nel goloso percorso del gusto ecco l’opulenza degli spaghetti alla chitarra di farina di cicerchie con sgombro, finocchietto e pimento. Oppure i seducenti ravioli di pasta di patata ripieni al fondente di caciotta su crema di borragine. Grande mano nella cottura alla brace delle code di astice blu in alternativa all’elegante succulenza della pancia di maialino, sempre allo spiedo. La meringata ghiacciata accarezza il palato prima dell’intramontabile millefoglie di “strachin”. Cantina sempre immensa: circa 2.000 referenze amministrate dal bravo Franzoi. Menu degustazione a 40, 60 e 75 euro; alla carta circa 65. Solo a pranzo, 22 euro per due piatti e dessert e identica alta qualità. Incredibile ma vero.

Come arrivarci. Uscendo dalla A4, al casello di Verona Sud, imboccare la SS434 Rovigo/Legnago fino all’uscita di Isola Rizza. Alla prima rotonda girate a destra e sarete subito a destinazione.