Home » Zanè | Opera Terza Opera Terza

Zanè | Opera Terza

Opera Terza

  Via Monte Grappa, 70/A  36010 Zanè (VI)
0445315510 |  www.operaterza.it |  info@operaterza.it

  Aperto: a cena; anche a pranzo nelle giornate festive o su prenotazione – Turno di chiusura: domenica sera e martedì – Ferie: una settimana variabile in gennaio; le prime due settimane di agosto
Carte di credito: tutte  

La cucina di Francesco è semplice come l’ambiente circostante, ma mai scivola nella banalità. La ricerca e la creatività si combinano con un giusto equilibrio, mentre gli ingredienti vengono accuratamente selezionati…

Tutto incominciò nel 1992 nella selvaggia Valle dei Mulini in quel di Lusiana: più di tre lustri durò l’opera. Poi un lustro nella prestigiosa Villa Bassi a Grumulo Pedemonte e, quindi, il definitivo trasferimento nella pedemontana vicentina alzando il sipario dell’Opera Terza. Correva l’anno 2013. E alzando il sipario si rivela, in tutta la sua semplice eleganza, una bella dimora frutto di un’attenta ristrutturazione di una casa colonica che ha lasciato inalterato l’architettura contadina dei primi ‘900. La cucina di Francesco è semplice come l’ambiente circostante, ma mai scivola nella banalità. La ricerca e la creatività si combinano con un giusto equilibrio, mentre gli ingredienti vengono accuratamente selezionati. Il menu onora soprattutto il territorio, anche se non disdegna qualche gustosa incursione sui pesci di mare o verso le terre iberiche (Pata Negra e capretto dei Pirenei). Le stagioni scandiscono anche i piatti, con la primavera che offre il soave fritto di uova e asparagi o i golosi tortelli con le rosole con crema di patate e spugnole, mentre l’autunno regala i ravioli alle rape rosse ripieni di burrata e pere. Tra le carni ecco il tentatore filetto di maiale guarnito con spinacini, guanciale e fichi secchi, piuttosto che l’elegante carpaccio di petto d’anatra alle spezie con carciofi fritti. Dolci che sorprendono e allietano per tradizione e fattura (crema fritta alla veneziana con marmellata di arancia amara). La sala è gestita da Agnese con un servizio attento, cordiale e discreto che vi accompagna con perizia anche nella scelta del vino, selezionando tra le duecento etichette che marcano tutto lo stivale italico e non solo. Una sosta piacevole con circa 45 euro; sempre con il vino escluso.