Home » Trento | Locanda Margon Locanda Margon

Trento | Locanda Margon

Locanda Margon

Locanda Margon
immagini per Locanda Margon Trento 2016

 Via Margone, 15 – Località Ravina – 38123 Trento
 0461349401 |   www.locandamargon.it contact@locandamargon.it
 Aperto: dalle 12:30 alle 15:00 e dalle 19:30 alle 22:00 – Turno di chiusura: domenica sera e martedì – Ferie: due settimane a gennaio e due ad agosto
 Carte di credito: tutte, eccetto Diners   

Una potente rilettura moderna ma fedele del territorio trentino. Dalla montagna al lago. Non manca, visti i padroni di casa, un menu dedicato a “suggestioni di bollicine” dove i piatti vengono rielaborati o abbinati a grandi bottiglie di Ferrari…

Un successo non scontato nonostante il nome illustre che lo ha voluto. Siamo a Locanda Margon, fra i i vigneti della celeberrima Maison di bollicine trentine. Qui, nel 2010, la famiglia Lunelli ha unito i suoi destini (gastronomici) con quelli di un cuoco trentino emigrato in altri lidi ma di grande talento, Alfio Ghezzi. Significative esperienze in ristoranti stellati per misurarsi con l’alta cucina fino all’incontro fatale con i Lunelli e il ritorno a casa. Una sfida non facile nel panorama gastronomico trentino. Due differenti offerte, una più leggera per il pranzo nella Veranda: il menu da “52 minuti a 34 euro”, omaggio all’anno di fondazione della maison. E una in cui si dispiega in pieno l’idea di cucina dello chef. Una potente rilettura moderna ma fedele del territorio trentino. Dal lago alla montagna, a partire dai saluti della cucina tra cui la singolare e suggestiva “rosa dolomitica”: Puzzone di Moena, lamponi disidratati e mela verde. Non manca, visti i padroni di casa, un menu dedicato a “suggestioni di bollicine” dove i piatti vengono rielaborati o abbinati a grandi bottiglie di Ferrari: la pura reinterpretazione creativa del salmerino alpino o gli spaghetti al Ferrari Perlé. Poi “Suggestione Terroir”: un menù degustazione di quattro portate che reinterpreta i piatti più tipici del territorio trentino. Comprende il salmerino alpino in carpione con salsa agra delle sue uova, gli strangolapreti, il coscio di coniglio con polenta, cipolle al forno e salsa dei suoi fegatelli e, per finire, la mela, una rivisitazione dello strudel… In sala la cortese professionalità del maitre Alex Nikolaev e del sommelier Simone Colasuono. I menu della suggestione: “Bollicine” a 140 euro; “Terroir” a 70; alla carta circa 95. Grande cantina con una sezione di vecchie annate a prezzi da competizione davvero straordinaria. Come tutto il resto.

Come arrivare. Dal casello di Trento Sud seguite le indicazioni per il paese di Ravina. Una volta giunti nei pressi della chiesa, troverete le indicazioni che vi porteranno a salire verso i vigneti e la campagna dove si trova il ristorante.