Home » Rubano | Le Calandre Le Calandre

Rubano | Le Calandre

Le Calandre

Calandre

 Via Liguria, 1 – Località Sarmeola, Rubano (PD)
049630303  |  www.alajmo.it |  info@alajmo.it
 Aperto: sempre – Turno di chiusura: domenica, lunedì e martedì a pranzo – Ferie: due settimane a gennaio, tre settimane ad agosto
 Carte di credito: tutte  

Alle Calandre si viene quasi in pellegrinaggio, per assaggiare alcuni dei grandi classici della casa come il risotto zafferano, ginepro e polvere di liquirizia o il cappuccino di seppie al nero, piatto tra i più celebrati e imitati nella storia della gastronomia italiana…

Massimiliano Alajmo ha raggiunto l’olimpo dei migliori del mondo ormai da una quindicina d’anni ma, a differenza di molti colleghi, ha mantenuto costante nel tempo il “ritmo creativo”, senza mai rallentare. Le Calandre sono il suo palcoscenico: il luogo dove tradurre in piacere dei sensi le sue doti di fantasia, purezza espressiva, profondità di pensiero e le sue sconfinate conoscenze tecniche. Alle Calandre si viene quasi in pellegrinaggio, per assaggiare alcuni dei grandi classici della casa come il risotto zafferano, ginepro e polvere di liquirizia o il cappuccino di seppie al nero, piatto tra i più celebrati e imitati nella storia della gastronomia italiana. Oppure per cavalcare l’incessante progressione della cucina di Massimiliano orientandosi sulle composizioni più recenti, come i torchiatini di lenticchie con asparagi, bottarga, gamberi crudi e salsa di nocciole o il filetto impanato ma non cucinato con rape rosse e salsa all’uovo speziata. Il gran finale? La mozzarella di mandorle che, sotto le mentite spoglie del formaggio a pasta filata, cela un’interpretazione del tradizionale mandorlato di Cologna Veneta con sapori e consistenze che hanno del miracoloso. La carta dei vini, vasta e ben ragionata, viene presentata esclusivamente in versione elettronica. Il servizio, guidato dall’esperto Andrea Coppetta Calzavara, è al contempo preciso ed elegante come la classe del locale richiede e libero dai fronzoli dell’ospitalità accademica. I menu degustazione sono tre: Classico, Max e Raf, tutti a 225 euro; al posto della carta, nel senso classico del termine, c’è la possibilità di scegliere liberamente, tra i piatti elencati nei menu degustazione, tre pietanze a 135 euro, quattro pietanze a 170 euro oppure cinque pietanze a 200 euro.

Come arrivare. Da Padova centro prendere il cavalcavia Chiesanuova in direzione Rubano e proseguire sempre dritti sulla statale SR11. Dall’autostrada A4 prendere l’uscita in direzione della SR47 e poi svoltare sulla SR11 in direzione Brentelle di Sopra.