Home » Cioccolato e profumi di sottobosco

Cioccolato e profumi di sottobosco

cioccolato

La storia di Mirco Della Vecchia, studente dell’Istituto Alberghiero “D. Dolomieu” di Longarone, parte dalla sua grandissima passione per la pasticceria. Così, appena finita la scuola e con la spensieratezza tipica dei ventenni, decide di avviare in proprio l’attività di artigiano pasticciere. Nel 2000 arriva la sua prima gelateria-pasticceria: cinque anni per farsi le ossa e poi i primi concorsi che lo portano, nel 2007 e nel 2008, nel gradino più alto del podio del campionato italiano riservato agli artigiani del cioccolato. Poi, in un crescendo mozartiano, una serie di affermazioni e di successi in tutto il mondo e, soprattutto, una realtà produttiva, tra le sue montagne, che gli consente di sfornare un ricco catalogo di cioccolata golosa, a partire da cioccolatini per diabetici e celiaci fino a giungere a quelli bio senza zucchero. Ma, con la complicità del bosco, arriva una linea dal fascino esclusivo. Nata nel 2012, la “cioccolateria del bosco” vuole unire il massimo del cioccolato (i prodotti migliori scovati durante i 140 viaggi nel sud delle Americhe) con il meglio dei frutti di montagna. Alla fine dei tre lunghi anni di sperimentazione in collaborazione con l’Università di Padova, hanno visto la luce tavolette elaborate con cacao criollo del sud dell’Ecuador. Dopo la lavorazione, tutta manuale, il cacao viene cristallizzato all’aria aperta delle Dolomiti e impreziosito con delle gemme di frutta fresca cotta a 65 gradi. I gusti sono quelli tipici del sottobosco  mirtillo, lampone, mora e fragola – ma, come variante al tema frutta, anche uno stuzzicante e interessante cioccolato al latte e fieno spagna: il fieno più profumato del primo taglio, ricco di fiori eduli, che sapientemente purificato viene tritato finemente e spolverato sul retro della golosa tavoletta.

www.mircodellavecchia.it