Home » Giardiniera in famiglia

Giardiniera in famiglia

Giardiniera

La giardiniera, nata dal talento e dalla passione di Morgan Pasqual ai tempi eroici del ristorante “5 Sensi” a Malo quando era servita solo per accompagnare qualche piatto –, ora fa bella mostra negli scaffali delle migliori gastronomie che, per nostra fortuna, punteggiano lo stivale italico. Lasciati i fornelli del ristorante per quelli di un virtuoso catering, la moglie Luciana, attenta e critica “consigliera”, lo convinse a prepararne una versione da conservare in vaso. Correva l’anno 2012. La preparazione ha lo stesso approccio gastronomico di quando era preparata per “pochi”, senza compromessi e senza furberie chimiche; un prodotto completamente fatto a mano, gustoso e genuino. Verdure fresche (sei tipi e più) tagliate a mano e confezionate nel laboratorio di Malo, in provincia di Vicenza. La Giardiniera di Morgan non contiene solforosa aggiunta, acido citrico o antiossidanti. Segue la stagionalità per cui aromaticità e colori possono subire delle lievi differenze da un lotto all’altro. Come abbinarla? Con tutto. Accompagna salumi, carni bollite, cotechini, pesce azzurro o si consuma semplicemente da sola. E non disturba il vino. Quella di Luciana, invece, nasce nel 2013 dalla voglia di creare una versione opulenta in olio, ricca e avvolgente, dove la mescola delle verdure acquisisce ulteriore sapore e ricchezza con la presenza di cipolla viola e di sedano. Stessa filosofia e procedura ma, dopo la bagna agrodolce (10 giorni), viene conservata in vaso con l’aggiunta dell’olio. È un antipasto di bella personalità che può accompagnare carne e pesce ma sorregge bene anche salumi e formaggi di varia stagionatura. Il passo verso i succulenti monovarietali (stagionali) è stato breve, a partire dalle cipolle viola o dal radicchio tardivo di Treviso: vere leccornie. Ma non è finita perché, nel 2014, la gamma si completa con le giardiniere delle due figlie, Anna e Giada: l’una più fresca e stimolante per la presenza di peperoncino e zenzero; la seconda più ricca, golosa e invitante. Le verdure vengono coltivate in regime di agricoltura compatibile e non forzata, primo passo verso i prodotti biologici, missione ormai compiuta con l’aiuto di giovani agricoltori partner del progetto della “Famiglia Giardiniera”.

www.lagiardinieradimorgan.com