Home » Madonna di Campiglio | Il Gallo Cedrone Il Gallo Cedrone

Madonna di Campiglio | Il Gallo Cedrone

Il Gallo Cedrone

Il Gallo Cedrone
Il Gallo Cedrone a madonna di Campiglio - piatti, interni, chef

 Hotel Bertelli, Via Cima Tosa, 80 – 38086 Madonna di Campiglio (TN)
 0465441013 |  www.ilgallocedrone.it |  info@ilgallocedrone.it
 Aperto: solo la sera – Turno di chiusura: lunedì – Ferie: da dopo Pasqua a fine giugno, da metà settembre ai primi di dicembre
 Carte di credito: tutte  

Sabino Fortunato, pugliese di nascita e pulcherrimo nell’impostazione nei piatti, dopo aver mantenuto “la stella” libera tutta la sua energia con consistenze sempre centrate, accostamento di sapori mai banali e, appunto, la ricchezza dei sapori…

La sensazione è di essere in un club, dove ogni ospite può trovare la collocazione che più gli aggrada. Pur essendo uno “stellato” e Depositaire Dom Pérignon, degustare un calice di queste bollicine preziose spiluccando qualche salume locale è possibile al bancone, magistralmente gestito da Giuseppe Greco, maître di lungo corso e ancora superiore esperienza, oppure in cantina, rimirando le circa 20.000 bottiglie “in casa”, o ancora nella stanza di affinamento dei formaggi. Tanti ambienti armonicamente disposti su più piani sono il luna park del gusto concepito dieci anni fa da Marco Masè, proprietario dell’albergo che ospita il Gallo, insieme al padre che forse nelle intenzioni non aveva ben compreso dove sarebbe andato a parare il figlio con la sua creatura. Ormai alla seconda stagione con il nuovo cuoco, Sabino Fortunato, pugliese di nascita e pulcherrimo nell’impostazione nei piatti, dopo aver mantenuto “la stella” libera tutta la sua energia con consistenze sempre centrate, accostamento di sapori mai banali e, appunto, la ricchezza dei sapori. Il club sandwich di tonno Balfego in salsa di avocado, tartare al passion fruit, stracciatella e finger lime è un piatto divertente, che dimostra a mio avviso che il cuoco non si prende troppo sul serio e gli piace giocare con grandi classici e mettersi alla prova. Assai riuscito è anche il risotto con emulsione di fave, baccalà in tre consistenze, pomodoro e olive come pure il cremoso di asparagi, tuorlo croccante e pesce di mare che si fondono in un piatto ricco di cromaticità. 80 euro, senza rimpianti.

Come arrivare. Arrivando da Pinzolo-Val Rendena, al termine del tunnel uscire a Campiglio Nord. L’Hotel Bertelli è il primo che incontrate.