Home » Duca Di Dolle Valdobbiadene Prosecco Superiore

Duca Di Dolle Valdobbiadene Prosecco Superiore

 Duca Di Dolle Società Agricola S.S. | Via Piai Orientali, 5 – 31030 Rolle di Cison di Valmarino (TV)
 0438975809 |  www.ducadidollewinery.com |  info@ducadidolle.it
 In vendita a circa 20 euro da: Prosecco Privée – Via Mare 87  San Vendemiano (TV) – Tel. 3429876772 info@proseccoprivee.it
| Antico Pizzo 814  Calle del Bo – 30125 Venezia Tel. 0415231575  www.anticopizzo.com | Baggio Srl  Via Beltramini 16 31020 San Zenone Degli Ezzelini (TV) 

Un Cartizze di antico lignaggio

È un’azienda vinicola ancora giovane Duca di Dolle, tanto giovane quanto fuori dagli schemi tipici di un’area geografica votata spesso soltanto all’elogio della quantità. Dieci sono gli ettari che nella tenuta di Rolle di Cison di Valmarino sono coltivati a Glera, Verdiso e Perera, per dar vita a spumanti dalle caratteristiche inconfondibili. Diversi nella gamma i prosecchi disponibili, ma anche differenti grazie a un protocollo interno introdotto per superare i limiti di una certificazione biologica non abbastanza adatta alle peculiarità pedoclimatiche dei vigneti della Tenuta. Questo per ottenere un prodotto in cui i residui sono ridotti il più possibile, nel massimo rispetto della naturalità, dell’uomo e del suo ecosistema. È però a Santo Stefano di Valdobbiadene, da un ettaro di proprietà, che arriva la bottiglia più particolare tra tutte. Uve Glera in purezza, colline a 300 metri sul livello del mare e vigne con più di mezzo secolo su un terreno ricco di marne, roccioso in profondità e parzialmente argilloso. Si tratta di Zero, vino spumante superiore di Cartizze, al quale Duca Di Dolle, in controtendenza rispetto a una tradizione che lo vuole da sempre in versione Dry, ha scelto di abbattere il residuo zuccherino a 5 grammi/litro. Agli occhi si presenta giallo paglierino con riflessi verdognoli, limpido e brillante, la bollicina fine, con note olfattive caratteristiche di glicine e mela verde. In bocca si ritrova un’immediata coerenza con il naso e una grande, vellutata, freschezza agrumata, con note tanto complesse da ricordare blasonate bollicine d’oltralpe. È un aperitivo di classe e si abbina facilmente a piatti a base di pesce e carni bianche delicate.