Home » Distilleria Fratelli Brunello: 177 anni di storia della grappa

Distilleria Fratelli Brunello: 177 anni di storia della grappa

La più antica distilleria artigianale d’Italia (1840) da quasi due secoli fa parlare la grappa: con le sue raffinate bottiglie e diffondendo la cultura di questo “nostro” distillato attraverso la realizzazione di libri firmati da “penne” autorevoli come Rigoni Stern (Due storie quasi una allegoria) e Pandiani (La testa e la coda), la fiction Rai Di padre in figlia e il contest Distillati di parole. E la storia incominciò appunto nel 1840 con una donna, Maria Marzari, una delle prime donne imprenditrici nel mondo della grappa. A lei va ascritto il merito di aver affinato la tecnica di distillazione mettendosi personalmente all’alambicco e ottenendo ben presto premi e riconoscimenti, in un settore dominato in toto dagli uomini. Oggi siamo arrivati alla quarta generazione con Giovanni, Paolo e Stefano che già nei  primi anni Ottanta apportarono innovazioni nella varietà dei prodotti: dalle grappe monovitigno al recupero di vitigni autoctoni e alla distillazione dell’uva. Sono tre le linee: “Le origini”, I Classici e I Talenti, grappe e acquaviti che identificano la storia di una dinastia di distillatori artigiani e l’eccellenza dei vitigni che danno origine ai preziosi distillati. E poi ci sono i preziosi liquori artigianali. Non solo grappa, dunque, ma anche una linea di liquori come l’Amaro Palazzone, realizzato da una ricetta esclusiva che per oltre 20 anni ha sottolineato una storica collaborazione con la Casa Farmaceutica Zambon di Vicenza. Il Limone, invece, è ricavato da selezionati agrumi della Penisola Sorrentina con una lavorazione rigorosamente manuale, dalla pelatura all’infusione. E per finire il Liquirizia, ottenuto dalla lenta macerazione di pregiata liquirizia calabrese.

www.grappabrunello.it  info@brunello.it