Home » Campofiorin 2011 – Rosso del Veronese IGT

Campofiorin 2011 – Rosso del Veronese IGT

Masi Agricola S.p.A | Via Monteleone, 26 37015 Gargagnago di Valpolicella (VR)
 0456832511 |  www.masi.it masi@masi.it
In vendita a circa 11 euro da: Enoteca Bar La Suite Cortina d’Ampezzo (BL) Tel. 0436860563 | La Foresteria Serego Alighieri Gargagnago (VR) Tel. 0457703622 | Enoteca Schiavi Venezia Tel. 0415230034 | Bibe Market Stradella delle Barche Vicenza 0444325048   

Buon compleanno Campofiorin

“È il mio vino del cuore” mi confidò, un giorno, Sandro Boscaini. Possiamo capire perché e possiamo confermare che è stato il vino che ha aperto la strada alle etichette più blasonate delle cantine Masi. E non solo. Per verità storica il Campofiorin, l’originale di Masi, ha già compiuto i suoi cinquant’anni. Infatti la prima vendemmia è datata 30 settembre 1964 ma la grande festa, stile anni ʼ60, si è celebrata in marzo all’apertura dell’ultimo Vinitaly. Il Campofiorin è frutto di un’interpretazione di Masi della tecnica dell’appassimento, usata per la produzione dell’Amarone, che le è valsa la definizione di “tecnica ingegnosa” da parte di uno dei più autorevoli critici del vino, l’inglese Hugh Johnson. Ricorda sempre Sandro Boscaini, patron della storica azienda nata nel 1772: “È stato mio padre Guido a ideare il Campofiorin, rispondendo all’esigenza di creare un vino che rappresentasse le peculiarità del territorio veronese con le sue tecniche e le uve autoctone, radicato nella storia ma con una tecnologia nuova”. Il Campofiorin, già cantato da Burton Anderson, Luigi Veronelli e Goffredo Parise, oggi internazionalmente riconosciuto come l’antesignano di una nuova categoria di vini veneti, è tra i più imitati nel mondo. L’annata 2011 (91/100 The Wine Advocate – 88/100 Wine Spectator), prodotto come da storia con uve Corvina, Rondinella e Molinara, si presenta sempre con la sua forza espressiva pur restando un vino “semplice” da interpretare. È ricco, rotondo e vellutato e dichiara con grazia il suo colore rosso rubino intenso e le sue note olfattive speziate che ricordano la ciliegia matura. Il suo successo è stato decretato anche dalla sua ecletticità a tavola dove accompagna bene i sughi opulenti, le carni rosse impegnative come la selvaggina e i formaggi saporiti e stagionati. Prosit.